FALSI MITI O MEGLIO VANE SPERANZE

25.08.2018

Quanti di voi, amici lettori, almeno una volta nella propria vita, si sono abbufFati di "cibi brucia grassi", magari fomentati da personal trainer, articoli su internet o trafiletti da riviste rosa?

Purtroppo la vana speranza che esista un cibo capace di tale potere è del tutto utopica.

Viviamo in un mondo che inflaziona completamente l'informazione scientifica, condendola di finte verità e concetti facili da interpretare male, che di conseguenza fanno gioco a produttori e venditori di farmaci e integratori miracolosi che promettono fisici mozzafiato. Tutto questo senza sforzo né rinunce alimentari di nessun genere.

Dopo questo piccolo preludio, iniziamo a fare chiarezza :

1-COME FACCIO A DIMAGRIRE?

Inizierò demolendo con una frase tutto quello di cui sei convinto da una vita: "LA SALUBRITA' O IL GENERE DEGLI ALIMENTI CHE MANGI, NON CONTA NULLA AI FINI DELLA MERA PERDITA DI ADIPE". Non c'è indice glicemico, qualità bio o carboidrato lavorato mixato a grasso che tenga. CONTA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE QUANTE CALORIE INGURGITI IN RELAZIONE AL TUO FABBISOGNO GENERALE (certo è che la natura dei cibi che introduciamo infuenza altri fattori). Strano vero? Ai fini del dimagrimento, usando un lessico più tecnico, noi siamo entità termodinamiche e da tali ci comportiamo; ciò significa che se il fabbisogno personale è 100 e le calorie introdotte giornalmente (unità di tempo non corretta) sono 99, sto dimagrendo!

Nello specifico: 1kg di grasso nel nostro organismo è circa 7500kcal, quindi se si crea un deficit energetico tale, in un lasso di tempo di 7-10 giorni, abbiamo realmente perso 1kg di adipe (oltre altri grammi fra liquidi,ecc..).

Naturalmente questa è una spiegazione grossolana, oltre ogni limite, ma fatta per farvi capire che affermazioni come: "Sono dimagrita togliendo i carbo dopo le 18.00" o peggio ancora "questa compressa fa miracoli" sono affermazioni che vanno completamente, o quasi, contro evidenze scientifiche. Avvalorare le suddette, sarebbe come gridare in piazza che la terra è piatta.

2-SCELTA DEI CIBI E DEMONIZZAZIONE DI INTERE CATEGORIE ALIMENTARI

Capita spess di sentire clienti che temono l'effetto di determinati cibi sul proprio corpo. La realtà, come avete potuto intuire da quello che è stato scritto fin ora, è ben diversa. A MENO CHE SUSSISTANO PATOLOGIE PARTICOLARI, NESSUN MACRONUTRIENTE E' LESIVO PER LA SALUTE O LA FORMA DELLA PERSONA. Bandire completamente uno dei 3 Macros (proteine-carboidrati-grassi), porta sicuramente alla lunga a carenze e in casi gravi a stati patologici che bene, certamente, non fanno. PRIMA DI AGIRE DI TESTA TUA, SENZA TITOLI E CONOSCIENZA, PARLANE CON UNO SPECIALISTA ABILITATO.

3-SI DIMAGRISCE SOLO GRAZIE ALL'ALLENAMENTO?

"Una persona che mangia perfettamente e non si allena è fisicamente migliore di un'altro che si allena perfettamente e non mangia come deve." Una frase che spesso mi trovo a ripetere a miei clienti. Ahimè, il "siamo ciò che mangiamo" è il più reale dei luoghi comuni. La nostra composizione fisica è strettamente correlata alla nostra dieta e nulla, nessun tipo di attività, può scindere del tutto le due fattispecie.

In conclusione: ciò che davvero porta al risultato fisico sperato è un cambio di stile di vita. Nulla è facile, soprattutto se si tratta di cose serie, ma mi sento di aggiungere anche che NULLA E' TROPPO DIFFICILE DA FARE. Limitare il cibo spazzatura, gli alcolici e dedicare un paio di ore (anche 3) a settimana all'attività fisica che più vi serve (Prossimo Topic), non è uno sforzo impossibile da sostenere. Vuoi barattare il sentirti bene col tuo corpo in ogni situazione con una porzione di patatine o uno spritz in più?

MAKE YOUR CHOICE.



© 2020 M.A.D.Lab PT Area 
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis!